Smagliature sulla pancia in gravidanza

Le smagliature sulla pancia delle donne compaiono molto spesso nel corso di una gravidanza, soprattutto nelle settimane finali della gestazione. In quel periodo la pancia assume la dilatazione massima dovuta all’ultima fase di sviluppo del bambino prima della sua nascita. Dopo il parto la pancia tenderà progressivamente a sgonfiarsi e a tornare alla sua forma precedente, spesso anche grazie all’aiuto dell’attività fisica. Per quanto riguarda le smagliature, però, in seguito ad una gravidanza tenderanno a regredire ma mai a scomparire, rimanendo sulla pelle permanentemente.

Smagliature sulla pancia: come prevenirle

Prevenire la comparsa delle smagliature sulla pancia è una cosa quanto mai difficile, per non dire impossibile. In generale, è ovvio che più la pelle verrà “forzata” nella sua dilatazione e più sarà probabile assistere alla comparsa delle smagliature: sono soprattutto a rischio smagliature le donne con un feto particolarmente sviluppato in grembo e le donne che affrontano una gravidanza gemellare o plurigemellare. I consigli che possono essere dati in questo caso riguardano la forma fisica e la cura della pelle. Si dovrà cercare di non ingrassare eccessivamente e rapidamente nel corso dei nove mesi di gestazione, assecondando una lenta trasformazione delle forme del corpo. Per mantenere la pelle idratata, oltre a bere molta acqua, potrà essere utile usare creme e oli nutrienti la cui composizione non possa nuocere al feto. Attenzione però: sicuramente si tratta di preparati che aiutano a tenere la pelle idratata e nutrita, ma non c’è alcuna prova scientifica del fatto che possano aiutare a prevenire l’insorgere delle smagliature.

Smagliature sulla pancia: come curarle

Come già detto in separata sede, le smagliature non si possono più curare quando sono comparse già da tempo e hanno già assunto la tipica colorazione biancastra. Si può cercare di contrastarle soltanto quando iniziano a manifestarsi con il loro tipico colore rossastro. Dal momento che in gravidanza non è possibile utilizzare determinati ritrovati farmacologici, come i farmaci a base di tretinoina e l’acido glicolico– che sono vietati sia quando si è in stato interessante sia durante l’allattamento- è chiaro che le smagliature andranno trattate molto tempo dopo la loro comparsa. Ne consegue che non potranno mai scomparire ma soltanto essere attenuate, con i dovuti trattamenti eventualmente consigliati anche da un dermatologo, o in casi più estremi con piccoli trattamenti chirurgici o sedute laser.

Lascia un commento