Come schiarire le macchie sul viso

Le macchie sul viso sono quelle che, sebbene possano derivare da cause diverse, possono provocare lo stesso disagio psicologico in persone diverse. Le macchie possono colpire tutte le parti del corpo, ma il viso è l’unica zona che non ci sarà mai concesso di nascondere agli occhi della gente (a meno che non si prenda la decisione estrema – da affrontare con un giusto sostegno psicologico- di non uscire più di casa). Per questo motivo, nel corso del tempo sono stati studiati dei trattamenti poco invasivi che permettono di schiarirle.

Come schiarire le macchie sul viso: correre ai ripari

Non sempre la comparsa delle macchie sul viso può essere prevenuta prendendo i giusti accorgimenti, principalmente quando ci si sottopone per necessità a trattamenti medici che potrebbero favorirne l’arrivo. L’unica soluzione è quella di provare a limitare i danni visibili ricorrendo ai  famosi rimedi della nonna o a soluzioni cosmetiche più complesse, alcune delle quali sono illustrate di seguito.

Succo di limone: famoso per la sua potenza smacchiante, il limone può intervenire su ogni tipo di macchia che si presenta sulla pelle. Inoltre, il limone è anche un valido disinfettante e potrebbe tornare utile a chi tratta le macchie scaturite dalla presenza di acne per disinfettare la pelle infiammata dalle eruzioni cutanee. Il succo di limone va passato sul viso la sera, prima di andare a dormire (quindi facendolo agire su di una pelle che dopo il trattamento potrà riposare e non sarà esposta alla luce solare) e per almeno un mese prima di poter apprezzare i primi risultati;

Liquirizia: la liquirizia ha un sorprendente potere schiarente sulle macchie, grazie al suo contenuto di acido glicirretico che possiede proprietà depigmentanti;

Camomilla: se applicata sul viso è capace di agire sulla melanina che provoca la formazione delle macchie, rendendo la melanina meno reattiva alla stimolazione dei raggi UV;

Aloe vera: questa sostanza ha delle proprietà interessanti dal punto di vista antinfiammatorio. Come il limone, è indicato per contrastare le macchie dell’acne ed i rossori dovuti ad infiammazioni di altra natura; gli impacchi di aloe vera vanno fatti per un mese e per due volte al giorno (con tempi di mezz’ora per quanto riguarda il mantenimento della maschera sulla pelle);

Lattuga: è utilissima per contrastare le macchie dovute alla couperose (rossori della pelle scaturiti dalla rottura di capillari). La lattuga dovrà essere combinata a basilico, farina, cetrioli;

Cure farmacologiche: esistono dei prodotti chimici che possono essere usati per schiarire le macchie. Alcuni contengono tretinonina o acido azelaico. Ci sono anche dei rimedi farmacologici più potenti che devono, però, essere approvati dal medico prima di passare al loro utilizzo. Ci riferiamo ad esfolianti chimici (tra cui acido lattico, acido salicilico, acido glicolico) e polidrossiacidi (come gluconolattone ed acido lattobionico).

 

 

Lascia un commento