Come migliorare il metabolismo con l’alimentazione

Il metabolismo– distinguibile in metabolismo basale e metabolismo intermedio- è l’insieme di tutte quelle reazioni chimiche che si riguardano il sostentamento vitale e che avvengono all’interno dell’organismo, compresa la digestione. In generale, chi soffre di metabolismo lento ha la tendenza a prendere peso e riscontra molta difficoltà nel perderlo, è una persona più sensibile al freddo, spesso soffre di stanchezza e subisce regolarmente alti livelli di stress che possono influire ulteriormente sulla lentezza metabolica. Il metabolismo lento può essere riattivato agendo, per prima cosa, sulla propria alimentazione.

I trucchi per risvegliare il metabolismo lento con il cibo

Migliorare il metabolismo con l’alimentazione è possibile ed esistono diversi metodi per contrastare il metabolismo lento. Tra questi ci sono alcuni rimedi naturali, il consumo di erbe e di integratori, e l’attività sportiva. Il primo dei rimedi naturali è quello di migliorare il proprio regime alimentare, sia nella composizione sia nei modi di assimilazione delle sostanze nutritive.

Fare pasti regolari. Contrariamente da quanto si sia portati a pensare, mangiare meno non porta sempre e con certezza al dimagrimento. Mangiare meno di quanto si sia in genere abituati a fare non significa, infatti, mangiare in modo sano. Lo stesso dicasi della brutta abitudine di saltare alcuni pasti pensando che questo aiuterà a perdere peso. Quest’ultima azione spesso scaturisce dal senso di colpa dovuto a diversi eccessi culinari: si pensa che saltando direttamente il pasto successivo si compenserà il peccato di gola commesso in precedenza. Nulla di più sbagliato. Mangiare per cinque volte al giorno ogni giorno, prevedendo la possibilità di fare due spuntini e ponendo ogni pasto a tre ore di distanza rispetto al precedente, aiuterà a risvegliare la velocità del metabolismo;

Aiutarsi con le regole della crononutrizione. La crononutrizione è una teoria relativa al funzionamento del metabolismo che è stata formulata circa un trentennio fa e che si basa sul fatto che il nostro organismo assimila in maniera differente lipidi, zuccheri, proteine ed altre sostanze nutritive a seconda del momento della giornata in cui le consumiamo. Le regole della crononutrizione sono semplici: bisogna consumare grassi al mattino, cibi densi a pranzo, zuccheri al pomeriggio e rimanere il più leggeri possibili nelle ore serali;

Aumentare il livello delle proteine e diminuire i carboidrati. Altri accorgimenti  utili per migliorare il metabolismo con l’alimentazione ci riportano a cosa mangiare e a cosa evitare. Le proteine aiutano a velocizzare il metabolismo lento, mentre i carboidrati lo favoriscono. Per accelerare il metabolismo si dovrà ridurre i secondi e aumentare le quantità dei primi, attingendo ad alimenti proteici ricchi di aminoacidi e soprattutto ritrovabili in carni magre, legumi, pesce azzurro ed uova. Per capire in che quantità ingerire le varie sostanze nutritive è possibile utilizzare come metro di misura il palmo della mano, inserendo nel proprio pasto una quantità di proteine equivalenti al palmo della propria mano e una quantità di carboidrati pari al pugno chiuso della mano.

Lascia un commento