Come allenarsi in casa con il tapis roulant

Il tapis roulant rappresenta uno dei metodi di allenamento che aiutano a riattivare il sistema cardiocircolatorio e che permettono di perdere peso e tonificare le gambe, le cosce ed i glutei. Non sempre, però, si ha la possibilità di allenarsi con questo attrezzo, anche per i costi che mensilmente comporta la sottoscrizione di un abbonamento in palestra (cosa che non tutti hanno la possibilità o  la volontà di pagare). In questi casi è possibile acquistare degli attrezzi da palestra ed allenarsi in casa propria. Nel caso in cui si scelga la via dell’allenamento casalingo bisogna essere in grado di scegliere il tapis roulant più adatto alle proprie esigenze e sapere come allenarcisi, dal momento che a casa non avremo un istruttore pronto a guidarci nel nostro iter sportivo.

Se non si dispone di un ambiente molto grande in casa nel quale sistemare degli attrezzi da palestra di certe dimensioni, si può optare per l’acquisto di un tapis roulant di grandezza ridotta. Ormai il mercato offre un’ampia gamma di opzioni di acquisto ed attrezzi del genere vengono realizzati in diverse misure, con diverse fasce di prezzo (accessibili a tutte le tasche) e diverse funzionalità aggiuntive rispetto a quelle in dotazione nei modelli più basilari. Esistono anche dei tapis roulant che sono richiudibili su se stessi e sono particolarmente utili per chi in casa ha la necessità di ingombrare il meno possibile.

Il tapis roulant va utilizzato con modalità diverse a seconda di come ci si voglia allenare. Ad esempio, per migliorare la resistenza e la tonicità del nostro fisico sarà più utile aumentare la pendenza del nostro tappeto e simulare una camminata veloce su una strada non pianeggiante. Per la modalità camminata veloce in pendenza si consiglia di portare il tapis roulant ad una pendenza compresa tra il 5 e l’8% e ad una velocità compresa tra i 5 ed i 6,5 Km/h , alternando uno sforzo di 3-4 minuti con altrettanti minuti di camminata senza pendenza.

La corsa, che va fatta ad una velocità sicuramente superiore, è quello che ci vuole per chi ormai è abituato ad allenamenti intensi (non certo per chi parte da zero, che non può sostenere uno sforzo come quello richiesto da molti minuti di corsa) e per chi intende dimagrire prima di tonificare.

L’allenamento ideale deve essere costante nel tempo (3 volte a settimana) e non intensissimo nella sua durata (circa 30 minuti a seduta). È bene non allenarsi tutti i giorni ma alternare giorni di allenamento a giorni di riposo, per dare il tempo al corpo di recuperare a pieno dallo sforzo fatto. Ogni seduta di allenamento va iniziata e conclusa rispettivamente con dei minuti di  riscaldamento iniziale e cinque minuti di corsa lenta con successivo stretching sul finale: i muscoli non vanno sollecitati a freddo se non si vuole correre il rischio di incappare in infortuni.

 

Lascia un commento